Barcellona | 3 mete foodie da non perdere

large

Mi capita di tornare spesso a Barcellona. È una città vivace ed eclettica a cui sono particolarmente legata. Una volta all’anno riesco a ritagliarmi almeno un fine settimana da trascorrere nella ciudad más cosmopolita de España.  Ogni volta mi piace scoprire posti insoliti in cui gustare prelibatezze, non solo catalane; ma ci sono alcuni locali del cuore che riconfermo a ogni viaggio. Ho pensato di svelarvene almeno tre, per questa volta. Ma adoro talmente tanto Barcellona, che sono più che sicura avrò modo di rivelarvi tante altre chicche in futuro.

Barcellona per i pescetariani

Partiamo da un punto fermo della città, ossia il mare e quindi un ristorante di pesce. Siete mai stati a La Paradeta? Negli ultimi anni questo locale si è fatto conoscere non poco anche tra noi italiani in viaggio a Barcellona. Ma, nonostante questo, non è assolutamente diventato esclusiva dei turisti. Anzi, capita spesso di incontrare gruppi di spagnoli e catalani che scherzano e discutono al banco del pesce per scegliere il menu per tutta la comitiva. Eh sì, avete capito bene, ho detto proprio banco del pesce! Perché in realtà si tratta di un ristorante/pescheria. Ogni ospite sceglie direttamente al banco il pesce fresco che vuole mangiare e il modo in cui preferisce venga cucinato.

Non lasciatevi demoralizzare dalla coda che spesso si forma all’esterno, soprattutto nel fine settimana: dopotutto, sarà abbastanza scorrevole. Gamberi, scampi, tonno, granchi, aragoste, molluschi, seppie, calamari e chi ne ha più ne metta, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Al momento dell’ordinazione vi basterà indicare cosa preferite, per quante persone e il tipo di cottura. Inoltre, vi chiederanno se volete accompagnare il tutto con dell’insalata, del pane, delle salse e del buon vino. Concluso l’ordine vi diranno il numero del vostro tavolo (mesa) e potrete andare a prendere posto. Tenete l’orecchio ben teso. Mano a mano che i piatti che avete ordinato saranno pronti, dalla cucina chiameranno al microfono il numero. A quel punto, vi avvicinerete e ritirerete tutto quanto.

La Paradeta ha avuto così tanto successo a Barcellona, che disseminate per la città ce ne sono almeno altre quattro sedi, ma io preferisco sempre quella nel quartiere del Born in Carrer Comercial, 7. Comodissima da raggiungere se soggiornate in zona e altrettanto ideale per proseguire la serata negli animati locali del centro, una volta conclusa la comida.

Il fornitissimo banco del pesce all'ingresso de La Paradeta, Barcellona.
Il fornitissimo banco del pesce all’ingresso de La Paradet, Barcellona.
Gambas, bogavantes y marisco...come si dice a Barcellona: que aproveche! Buon appetito!
Gambas, bogavantes y marisco…come si dice a Barcellona: que aproveche! Buon appetito!

Barcellona per i carnivori

Un’altra tappa imperdibile è Kiosko Gourmet Burger in Av. del Marquès de l’Argentera,1 bis. Qui, gli appassionati di hamburger dovranno ricredersi. Miei cari, l’acclamatissimo panino americano in realtà ha trovato casa in questa piccola oasi di convivialità a Barcellona. Tutto quello che dovrete fare è (ovviamente mettervi in coda…eheheh!) compilare lo stampato per l’ordinazione. Potrete creare voi stessi il vostro panino, decidendo il tipo di pane, di carne e di ingredienti presenti nell’impasto, ma anche le salse, la cottura della carne e le patate per accompagnarlo.

Non so se avete capito, ma a me le modalità di ordinazione fai-da-te piacciono assai! Si va dagli hamburger più classici, a quelli più piccanti, più orientali e più ricercati: ce n’è davvero per tutti i gusti! Quello che posso consigliarvi è di aspettare che il vostro ordine sia pronto e di incamminarvi verso il Parc de La Ciutadella lì a due passi per gustarvi il vostro menu distesi e rilassati su qualche panchina o, perché no, anche sul prato, soprattutto con la bella stagione. A persona, arriverete forse a pagare 15 Euro, ma il panino è davvero abbondante e da leccarsi i baffi!

Barcellona per gli amanti dei dolci ricercati

Per concludere in dolcezza, nel quartiere Eixample si trova una pasticceria giapponese. Un localino grazioso e senza pretese in cui fare colazione, ma anche gustare un piacevole momento del tè o semplicemente acquistare qualche dolcetto da godersi più tardi in hotel o in qualche angolo tranquillo di Barcellona. Si chiama Takashi Ochiai Pastisseria e si trova  in Carrer del Comte d’Urgell, 110.  La zona è un po’ fuori dalle consuete rute turistiche, ma è davvero molto comoda alla fermata Urgell della linea rossa della metropolitana. Se, come me, adorate i mochi, quei deliziosi dolcetti tipici di pasta di riso dolce, non dovete assolutamente perdervi una tappa alla Takashi Ochiai Pastisseria! Io non mi lascio mai scappare quello al tè verde con un ripieno così cremoso che vorrei abitare in Giappone per averli sempre a portata di mano, e magari saperli anche preparare.

Barcellona è una città unica, visionaria e dal fascino senza tempo. E proprio per questo, la proposta eno-gastronomica soddisfa tutti i fusi orari. Ogni momento è buono per fare una capatina in uno dei mercati sparsi per la città. Addentratevi in una delle stradine del quartiere gotico per scovare pittoreschi locali in equilibrio tra innovazione del gusto e tradizione dei costumi. Per qualsiasi domanda o consiglio per una vacanza in città, sono a disposizione! Sono davvero felice di offrire suggerimenti che vi permetteranno di organizzare al meglio il soggiorno nella città europea a cui sono più affezionata in assoluto.

http://www.laparadeta.com/

http://www.bacoa.es/

http://www.ochiaipastisseria.com/

 

You may also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *